Curiosità

- PETCAM UTILE COME TELECAMERA PER CANI E GATTI?
- ESISTONO DAVVERO LE API ZOMBIE?
- SCOPERTO SCIENTIFICAMENTE CHE I CANI SOFFRONO DI GELOSIE
- STRANEZZE SESSUALI DEL MONDO ANIMALE
- CIRCA I CAMALEONTI E GLI ELEFANTI..
- IL MOLLUSCO PIU' GRANDE
- LE API ATTERRANO CON IL PILOTA AUTOMATICO
- QUALE E' L'ANIMALE CON I DENTI PIU' DURI AL MONDO?
- IN MESSICO IL PRIMO CANDIDATO SINDACO GATTO 
- MILLY IL CHIHUAHUA PIU' PICCOLO DEL MONDO
- ANIMALI DA GUINNESS WORLD RECORDS
- L'ANATRA SOPRAVISSUTA AL CACCIATORE E AL FRIGO
- IL POLLO SENZA TESTA SOPRAVISSUTO DI PIU'
-GLI ELEFANTI
-GLI ORSI BIANCHI
- I BRADIPI
- DI TUTTO UN PO'..
- IL GAMBERO PISTOLERO
- SCOPERTO IL SERPENTE PIU' PICCOLO DEL MONDO
- PERCHE' IL TARTUFO DEL CANE E' UMIDO? 
- CIRCA IL CONIGLIO NANO
- GATTO, QUESTO STRANO INDIVIDUO..
- OSCAR, GATTO DALLE SETTE VITE E DAL SESTO SENSO
- L'INCREDIBILE STORIA DEI CANI CHE FIUTANO IL CANCRO
- WENDY,IL CANE PIU' MUSCOLOSO DEL MONDO
- CHI E' LAURENT CHARBONNIER?
- IN LIBANO SI PUO' FARE SESSO CON GLI ANIMALI SE..
- IL PESCE PIU' GRANDE DEL MONDO

- ANIMALI? SEVIZIATELI COSI'...
- PROBLEMA UNGHIE CON UN GATTO IN CASA
- I DIRITTI DEGLI ANIMALI
- MONTE MABU IL PARADISO DEGLI ANIMALI
- I PESCI TATUATI

- LA VELOCITA' NEL MONDO ANIMALE

- PETCAM UTILE COME WEB CAM PER CANI E GATTI?

Oggi è finalmente in commercio una telecamercam per animali domestici che consente di visionare il vostro cane e/o gatto ( ma anche altri animali, dai rapaci, montoni, cavalli ecc. ) mentre voi non siete in casa. Trasformarsi in un grande fratello nei loro confronti? Non sempre questo aggeggio dal peso di alcune decine di grammi e non più alto di 5-6 cm., permetterà di osservare se il vicino di casa getta cibo ( non sempre salutare ) al vostro cane o se durante la vostra mancanza lo stesso subisce aggressioni. Se il gatto è spaventato da taluni rumori o se preferisce l'acqua insana di un lavandino a quella della sua scodella. Due ore di registrazione per imparare a conoscere meglio i nostri animali. Conoscere per prevenire.

 

- ESISTONO DAVVERO LE API ZOMBIE?

Se parliamo di zombie animali, la risposta è sì. Tra gli altri animali che possono trasformarsi in zombie, ci sono le api, che possono iniziare a mostrare un comportamento erratico e bizzarro, fino a somigliare molto a quello di un morto vivente
La causa è l’apocephalus borealis, un insetto parassita che impianta le uova nelle api (ma anche nelle formiche ed in altri insetti), causandone il comportamento insolito. I ricercatori non sono sicuri del perché si verifichino modifiche al comportamento: un’ipotesi è anche che la causa non sia fisica ma sia legata alla consapevolezza dell’ape di essere malata, e quindi alla scelta di allontanarsi dall’alveare per proteggerlo.
Quando si schiudono, le larve  iniziando a nutrirsi degli organi dell’ape, fino ad ucciderla. “E’ un incrocio tra Zombi e Alien”,
spiega un ricercatore.
Non si tratta comunque dell’unico caso di insetti zombie: le formiche possono essere infettate da
un fungo che ne manipola il comportamento, e alla fine le conduce in una zona con umidità e temperatura ideale per la crescita del fungo stesso.

- SCOPERTO SCIENTIFICAMENTE CHE I CANI POSSONO SOFFRIRE DI GELOSIE

Normalmente, si dà per scontato che la gelosia sia un qualcosa di unico degli uomini, anche perché questa emozione implica una serie di attività cognitive piuttosto complesse.
D’altra parte, la gelosia è un sentimento che ha anche il ruolo antropologico di proteggere i legami sociali, e pertanto un gruppo di ricercatori ha voluto verificare se si potesse rincontrare anche negli animali, ed in particolare in un animale con elevate capacità cognitive come il cane.
Per fare l’esperimento sono stati coinvolti un gruppo di cani con i loro padroni: ai padroni è stato chiesto di avere un comportamento affettuoso con un pupazzo a forma di cane (che gli animali pensavano fosse vero visto che “l’86% dei cani ha annusato il sedere del cane giocattolo durante l’esperimento o dopo l’esperimento”, spiegano i ricercatori), oppure ad una lampada, quindi un oggetto “non sociale” del quale non c’era motivo di essere gelosi.
E’ emerso che quando i padroni prestavano attenzione al cane di pezza, i cani mostravano un comportamento geloso (reazioni brusche, mettersi tra il padrone e l’oggetto, toccare o spingere l’oggetto o il padrone) piuttosto che quando questi aveva gli stessi comportamenti con la lampada, confermando così che i cani sperimentano una forma almeno primordiale di gelosia.

- STRANEZZE SESSUALI DEL MONDO ANIMALE

Se il mondo animale vi incuriosisce provate a dare una sbirciatina a questo articolo. Potrete rimanere sbalorditi (forse anche un po’ invidiosi) nello scoprire che gli animali raggiungono livelli di erotismo degni Oscar!
PRIME CURIOSITA’:

* I delfini e gli esseri umani sono gli unici animali che fanno sesso per il piacere di farlo, oltre che per procreare.
* Gli oranghi e i macachi giocano con "attrezzi"sessuali fatti di foglie e ramoscelli.
* Alcuni delfini cercano di avere incontri sessuali con tartarughe, squali e foche.
* Come preliminare amoroso, il cosiddetto grillo “strepitans” immobilizza la femmina con l’arpione che ha sulla schiena.
* Le lumache sono ermafrodite e hanno il pene sulla testa.

VERI ROMANTICONI

* L’opossum, che è un vero romanticone, è capace di far l’amore sino a morirne: questo marsupiale può accoppiarsi sino allo sfinimento tra le zampe della sua compagna, in un gesto di estremo amore.
* Anche la iena è un animale molto romantico: i maschi innamorati pur di conquistare la femmina la seguono per mesi, adoranti

* Per quelli che amano aspettare la fatidica prima volta, pensate all’albatro che fa passare quattro anni prima di avere un “rapporto completo”.
* Alcuni uccelli marini sono monogami e si corteggiano a lungo sbaciucchiandosi con il becco: il tutto avviene su un’isola ed è la femmina a decidere in ultimo se la coppia si forma o meno.
* I gurami sbaciucchioni hanno un nome che è tutto un programma. Questi pesci prima di accoppiarsi si baciano per una decina di minuti.
* I ciclidi africani invece stanno attaccati il più possibile con le “labbra”

DOTI DA GUINNES

* L’orso non ama i preliminari, ma in compenso si accoppia anche sedici volte in una giornata.
* L’amplesso dei rospi può durare fino a 10 ore
* I leoni possono fare l’amore anche fino a 40 volte al giorno (ma ogni amplesso dura solo pochi secondi)
* Le scimmie bonobo fanno sesso in qualsiasi posizione, in media ogni ora e mezza, non disdegnano le orge, praticano il sesso orale e le femmine amano il "fai da te"!
* L’orgasmo di un maiale può durare fino a 30 minuti
* Gli insetti stecco asiatici a volte copulano per dieci settimane filate

* Le femmine di coccinella possono copulare fino a nove ore di fila e i maschi sono in grado di avere tre orgasmi per ciascuna sessione amorosa, ciascuno della durata di un’ora e mezza.
* L’ostrica, di solito, è bisessuale: comincia a vivere come un maschio, poi si trasforma in femmina, poi ritorna maschio e poi di nuovo femmina.

LE MISURE

* Il pene del balenottero azzurro è il più lungo di tutto il mondo animale (uomo compreo): due metri e mezzo
* Quello dell’elefante è “solo” un metro e mezzo
* Il povero gorilla invece solo tre centimetri e in erezione…
* L’anatra lacustre argentina è lunga 40 cm, ma il suo pene può raggiunge al massimo dell’estensione il mezzo metro. Quando non serve, questo portentoso organo a forma di cavatappi rientra nell’addome del pennuto.

FEMMINE FOCOSE

* Alcune femmine di farfalle sono così “vogliose” che mangiano gli spermatozoi e svolazzano di maschio in maschio.
* Appena ha inizio il coito, la femmina della mantide religiosa stacca la testa al maschio e la mangia.

ULTIME NOTE

* Porcellini d’India, fenicotteri, gabbiani, vermi e alcune scimmie antropomorfe non hanno nulla contro l’omosessualità
* Però in natura l’incesto è tabù: i parenti stretti non si accoppiano mai.
* Lo stupro nel regno animale è raro: solo il germano reale e l’orango hanno comportamenti brutali nei confronti delle femmine.

Fonte articolo: http://www.wellvit.it/blog/curiosita-e-stranezze-sessuali-dal-mondo-anim...

- CIRCA I CAMALEONTI E GLI ELEFANTI..


Partiamo dell’enorme  possente elefante. Sono molti i fatti intriganti che riguardano quest’animale enorme. Sapevate che l’elefante è l’unico animale nel mondo che ha quattro ginocchia. Inoltre è anche l’unico animale incapace di saltare. Il cervello di un elefante pesa in media quattro o cinque chilogrammi. Un elefante appena nato pesa all’incirca 100 chilogrammi. Sebbene appaiano cosi enormi e maldestri sono molto agili, infatti, gli elefanti percorrono in media 100 chilometri al giorno. Dei camaleonti è ben risaputa la loro caratteristica principale, il fatto che cambiano colore continuamente per nascondersi nell’ambiente e confondere le loro prede. Un altro fatto curioso su quest’animale che pochi di noi sapranno è che i camaleonti cambiano il loro colore anche in base al loro stato d’animo. Se sono spaventati, arrabbiati o tristi, i camaleonti diventano grigi. Inoltre gli occhi dei camaleonti possono muoversi in maniera indipendente l’uno dall’altro.

- IL MOLLUSCO PIU' GRANDE

La tridacna gigante è il mollusco più grosso, può pesare fino a 340 kg e avere una larghezza di 1,20 metri. In Indonesia viene persino utilizzata come vasca da bagno per i bambini

- LE API ATTERRANO CON IL PILOTA AUTOMATICO

Durante il giorno le api visitano, instancabili, decine di fiori: ma come fanno a planare dolcemente sull'obiettivo senza mai sbagliare un atterraggio?

Questi insetti riescono a effettuare il perfetto "touchdown" valutando quanto velocemente l'oggetto su cui atterreranno si espande ai loro occhi, a mano a mano che vi si avvicinano: sono le conclusioni di una ricerca appena pubblicata su Proceedings of the National Academies of Science.

 

 

- QUALE E' L'ANIMALE CON I DENTI PIU' DURI AL MONDO?

L' animale con i denti più duri al mondo è il chitone, un mollusco marino della classe dei Poliplacofori che vive sul fondo dei mari e degli oceani senza subire significative mutazioni da oltre 400 milioni di anni.
Questo mollusco, riconoscibile per la conchiglia ovale formata da otto piastre, si nutre delle alghe che stacca dalle rocce garzie ai suoi robustissimi denti fatti di magnetite, un ossido del ferro tra i più duri esistenti sul pianeta.
Lyle Gordon, una ricercatrice della Northwestern University di Evanston (Illinois, USA), ha studiato a fondo i denti del mollusco per cercare di capire come riesce a sintetizzare la magnetite, che in natura si forma a condizioni di temperatura e pressione straordinariamente elevate.
Gli scienziati hanno "smantellato" un dente di chitone atomo per atomo utilizzando una speciale sonda atomica: sono così riusciti a metterne a nudo la struttura e a scoprire che il segreto del mollusco è nascosto nel gel al centro del suo dente.
Questo materiale contiene infatti una struttura formata da fibre di carboidrati che legano le proteine in grado di raccogliere il ferro, formando così un robusto guscio di magnetite.
La scoperta potrebbe aprire la strada a nuovi processi industriali per la realizzazione di metalli di sintesi e nuove leghe super resistenti.
FONTE FOCUS
 

- IN MESSICO IL PRIMO CANDIDATO SINDACO ... GATTO

Alle elezioni per la carica di sindaco nella città di Xalapa, capitale dello stato messicano di Veracruz, partecipa un candidato insolito: un gatto.

Morris, questo il nome del felino, ha un gruppo di persone he ha formato una lista che si terranno il prossimo 7 luglio, chiaramente come provocazione. I suoi sostenitori, infatti,  garantiscono che sa fare benissimo tutto quel che fanno i politici: mangiare e dormire. In più, potrebbe contribuire a liberare la città dai topi. E nel peggiore dei casi non cercherà di nascondere i suoi errori.

Quantomeno su Facebook, la sua candidatura ha riscontrato un notevole successo con il suo profilo che ha raggiunto un numero di “Mi Piace” ben superiore di qualunque altro dei candidati



- MILLY IL CHIHUAHUA PIU' PICCOLO DEL MONDO

Ecco a voi Milly , il futuro cane più piccolo del pianeta. E' un Chihuahua portoricano che tra qualche giorno verrà inserito nella famoso libro Guinness World Records .Fino ad oggi il record era detenuto da Boo Boo, anche lui un Chihuahua , che abita nel Kentucky , dove con un’altezza di 10.16 centimetri era il vero " Re della classe".

Era , perchè ormai,  Milly che dall’alto dei suoi 6.53 cm di altezza per 170 grammi di peso ha conquistato giudici e record e verrà presto incoronata Regina.
 
record,guinness,chihuahua piu piccolo del mondo,notizie,notizie animaliI padroni intervistatii, hanno dichiarato :" credavamo che Milly sarebbe cresciuta, ma dopo 3 mesi però ci siamo resi conto che la sua statura definitiva era quella e abbiamo deciso di fare la richiesta per ottenere il nuovo record. Continua il padrone Rivera Eizzal,  “Quando è nata era così piccola che non si riusciva neanche a nutrire perché la sua bocca era troppo piccola.” Essendo piccolo può sembrare carino, ma porta un sacco di problemi. Milly ha dovuto essere allevata a mano perché la sua dimensione minuscola significava che non era in grado di nutrirsi normalmente. Per avere un'idea di quanto lei è piccola, quando è nata l'abbiamo allattata con un contagocce.'
 
Un giudice del Guinness dei Primati dovrà raggiungere il piccolo cane a Porto Rico nei prossimi mesi, per verificare che la statura di Milly sia realmente quella dichiarata, se cosi fosse, verrà dichiarata ufficialmente il cane più piccolo al mondo.
( Tratto da News Animaliste )

- ANIMALI DA GUINNESS WORLD RECORDS

Il millepiedi più grande del mondo

Il millepiedi più grande del mondo è il Millepiedi Gigante Africano Nero (Archispirostreptus gigas). Quello posseduto da Jim Klinger, abitante di Coppell, Texas, USA, ha raggiunto la lunghezza di 38,7 centimetri, con una circonferenza di 6,7 centimetri e 256 zampe.


Il salto più alto del mondo effettuato da un maiale


Il record del salto più alto effettuato da un maiale spetta a Kotetsu, che ha saltato un ostacolo di ben 70 centimetri il 22 aogsto 2004 nella fattoria Mokumoku Tedsukuri a Mie, in Giappone

La capra domestica dalle corna più lunghe del mondo


“Zio Sam”, così si chiama la capra dalle corna più lunghe del mondo, che misurano ben 132 centimetri! Zio Sam appartiene a William e Vivian Wentling di Rothsville, Pennsylvania, USA

Il coniglio dalle orecchie più lunghe del mondo


Nipper's Geronimo è il coniglio dalle orecchie più lunghe del mondo. Le sue orecchie misurano 79 centimetri, e sono state misurate il 1 novembre 2003 American Rabbit Breeders Association National Show di Wichita, in Kansas, USA. Nipper’s Geronimo è un Coniglio Ariete Inglese di proprietà di Waymon e Margaret Nipper di Bakersfield, California, USA.

 

- L'ANATRA SOPRAVISSUTA AL CACCIATORE E AL FRIGO

Tutto è bene quel che finisce (quasi) bene. Una povera anatra ha ricevuto la sua bella dose di pallettoni da un cacciatore della Florida.
Dopo essere stata colpita ad un'ala e ad una zampa, ed essere stata considerata priva di vita, è stata riposta in un frigorifero.
La moglie del cacciatore, dopo due giorni, ha scoperto che l'anatra non era affatto morta.
L'animale è così stato portato al Goose Creek Animal Sanctuary dove ha ricevuto tutte le cure del caso.
Secondo lo staff medico l'anatra ha il 75% di possibilità di salvarsi.
Si, forse si salverà ma quasi certamente non potrà più tornare alla vita selvatica.
David Hale, il veterinario che l'ha curata personalmente, ha spiegato che il metabolismo lento ha aiutato il simpatico animale a sopravvivere ferito all'interno del frigorifero.
Questo ci fa davvero pensare a quanto la natura riesca a mettere in atto per preservare una vita. Questioni di capacità di adattamento o semplicemente fortuna, ma nulla toglie che anche in questo caso il colpevole è uno solo: l'uomo
.

 

- IL POLLO SENZA TESTA SOPRAVISSUTO DI PIU'

Il 10 settembre 1945, un pollo di razza Wyandotte di proprietà di Lloyd Olsen di Fruita, Colorado (USA) visse per 18 mesi senza testa. Lloyd Olsen nutriva il suo pollo Mike direttamente dall'esofago con un contagocce. Una sera, in un motel dell'Arizona, Mike morì soffocato.
Alcuni scienziati, scettici, dichiararono che non poteva essere vero, quindi il contadino Lloyd Olsen portò Mike, senza testa già da una settimana, dal Colorado alla University of Utah di Salt Lake City

Gli scienziati scoprirono che la lama dell'ascia aveva mancato la giugulare del pollo e un coagulo aveva evitato che morisse dissanguato.
Lloyd aveva colpito così in alto con l'ascia che gran parte del tronco cerebrale era rimasto attaccato alla spina dorsale. Gli era rimasto attaccato anche un orecchio. Mike, quindi, anche se aveva perso la vista e la capacità di chiocciare, poteva ancora sentire e pensare. Non solo, cresceva anche
Quando "perse" la testa Mike pesava 1 kg e 100 gr e in seguito raggiunse il rispettabilissimo peso di 3 kg e 600 gr.
Mike divenne una celebrità quando un manager lo portò in tournée nazionale e la sua storia fu riportata dalle riviste Life e Time
Come molte altre celebrità, Mike morì in una stanza di albergo.
Morì soffocato perché Lloyd non riuscì a trovare il contagocce che usava per pulirgli l'esofago.
Fu la fine del clamore per "Mighty Mike", che se ne andò, ma non fu certo dimenticato.
Ogni anno, gli abitanti di Fruita celebrano una festa in onore di "un pollo grosso e grasso che non sapeva di non avere più la testa".
Mike fa parte del
Guinness dei primati. Fonte :Guinness dei primati.

-GLI ELEFANTI

Sono molti i fatti intriganti che riguardano quest’animale enorme. Sapevate che l’elefante è l’unico animale nel mondo che ha quattro ginocchia. Inoltre è anche l’unico animale incapace di saltare. Il cervello di un elefante pesa in media quattro o cinque chilogrammi. Un elefante appena nato pesa all’incirca 100 chilogrammi. Sebbene appaiano cosi enormi e maldestri sono molto agili, infatti, gli elefanti percorrono in media 100 chilometri al giorno.

- GLI ORSI BIANCHI

Sono bianchi veramente? In realtà la loro pelle è nera e i loro peli non sono bianchi ma trasparenti anche se in massa danno l'idea di bianco. Questo serve per permettere al corpo di catturare più raggi solari possibile. Il nero infatti è il colore che assorbe più luce quindi si riscalda velocemente ed è in grado di trattenere il calore molto a lungo mentre la trasparenza dei peli permette ai raggi di arrivare fin sulla pelle.
Non sarebbe stato più comodo per questi orsi avere direttamente i peli neri? Immaginatevi un enorme predatore nero in mezzo alla candida neve che cerca di catturare la preda, secondo voi ci riuscirebbe?

- I BRADIPI

La natura ha fornito ai bradipi un mantello veramente singolare: ogni singolo pelo manca di midollo ed è rivestito da uno strato formato da cellule non strettamente unite tra loro, per cui la superficie del pelo stesso risulta percorsa da solchi longitudinali o trasversali. In questi microscopici solchi , o addirittura fra le singole cellule dello strato esterno, si insediano delle alghe di grandezza microscopica e dalla colorazione verde-azzurra. Favorite dal clima caldo umido, esse trovano qui ottime condizioni di vita, si moltiplicano rapidamente e conferiscono al mantello grigio-bruno del Bradipo uno splendore verdastro, che lo mimetizza così con le fronde degli alberi. Fra bradipo e alghe si forma una vera e propria simbiosi, cioè una vita in comune con una reciproca utilità.


-DI TUTTO UN PO'

In uno studio effettuato su circa 200.000 struzzi, durato più di 80 anni, non si è mai visto uno struzzo mettere la testa nella sabbia.
Le stelle marine non hanno cervello. Tuttavia sono dotate della prodigiosa capacità di rigenerarsi completamente: da un solo braccio tagliato, l’animale riesce a ricostruire l’intero corpo
Una formica può sollevare 50 volte il suo peso, può trascinare 30 volte il suo peso e cade sempre alla sua destra se intossicata
La zanzara riesce a percepire il ronzio di una sua compagna anche da una distanza di alcune centinaia di metri, e anche se vi sono rumori o vento intenso.
La visione del gatto nel buio è almeno sei volte superiore a quella dell’uomo.
I porci non possono fisicamente guardare il cielo
I ratti e i cavalli non possono vomitare
Gli orsi polari sono mancini.
Un coccodrillo non può tirare fuori la lingua
Un pesce gatto ha più di 27.000 papille gustative.
Una pulce può saltare una distanza pari a 350 volte la lunghezza del suo corpo. E’ come se un uomo potesse saltare da un capo all’altro di un campo di calcio.
Uno scarafaggio decapitato sopravvive nove giorni prima di morire.
Il maschio della mantide religiosa non può accoppiarsi finché la sua testa è attaccata al corpo. La femmina dà inizio all’accoppiamento decapitando il maschio.
Le farfalle sentono i sapori con i piedi.
L’occhio dello struzzo è più grande del suo cervello.
I panda si mettono a testa in giù per urinare sugli alberi, chi arriva più in alto con il suo getto si dimostra più virile
Il cuore di un gamberetto è nella testa
Il picchio, pur picchiando il becco come un martello pneumatico, non soffre il mal di testa, madre natura lo ha fornito di un osso spugnoso che attutisce i colpi
Una pecora può riconoscere cinquanta volti di altre pecore, più dieci volti di umani
La diffusa chiocciola di giardino ha una velocità di 50 metri orari, ma ve ne sono alcune specie che non superano i 60 cm orari
I ratti si moltiplicano così rapidamente che, in soli 18 mesi, una coppia può avere più di 1 milione di discendenti
L’orgasmo di un maiale dura 30 minuti e oltretutto eiaculano oltre mezzo litro di sperma per volta.
L’orgasmo del bufalo dura molto meno: sei secondi in tutto.
Le leonesse in calore possono avere rapporti sessuali ogni mezz’ora, ininterrottamente, per cinque giorni e cinque notti di seguito.
Le scimpanzè possono fare sesso con otto partner diversi in quindici minuti. Alcuni pinguini, viceversa, lo fanno appena due volte l’anno. E certi tipi di lumache, una volta.
I delfini e possibilmente i cani sono le uniche specie animali, a parte l’uomo, che fanno sesso per piacere
Gli squali hanno due peni, così come i serpenti e le lucertole, le quali hanno la facoltà di alternare uno o l’altro, a seconda della maggiore riserva di sperma. A proposito: una balena dell’emisfero meridionale ha un pene lungo più di due metri
.


- IL GAMBERO PISTOLERO

Il gambero pistolero (Alpheus heterochaelis), a dispetto dei suoi 5 centimetri di lunghezza, è l’animale più rumoroso dei sette mari. Diffuso in quasi tutte le acque, dal Mediterraneo ai tropici, si distingue da tutti gli altri gamberi per una caratteristica singolare: una delle sue chele, indifferentemente la destra o la sinistra, è molto più grande dell’altra e invece che terminare con la classica pinza, assume la forma di una pistola.

Proiettili d'acqua
Questo strano organo serve al gamberetto per produrre onde d’urto simili a proiettili grazie alle quali stordisce granchi e piccoli pesci che poi mangia.
Il rumore prodotto da questo animaletto è impressionante, può superare i 200 dB, praticamente come un jet al decollo, e può essere udito distintamente anche sott’acqua. Fino a poco tempo fa i ricercatori credevano che il suono provenisse dallo sfregamento delle due chele una contro l’altra, ma recenti studi hanno dimostrato che non è così.

Bolla calda
La chiusura estremamente rapida della chela più grande spruzza un getto d’acqua ad alta velocità, circa 100 Km/h, all’interno del quale si forma una minuscola bolla di vapore rovente che dà origine al fenomeno noto in fisica come "cavitazione". Quando le bolle implodono a causa della pressione dell’acqua, producono il caratteristico rumore.

Tattiche sottomarine
Da quanto riportano alcuni acquariofili, pare che il suono prodotto da questi minuscoli gamberi possa facilmente crepare i vetri degli acquari. I sottomarini militari hanno sfruttato spesso sfruttato l’intensità del suono prodotto delle colonie di Pistol Shrimp nascondendosi all’interno di esse per confondere i sonar dei sottomarini nemici, in quanto sembra che il rumore prodotto da questi affascinanti animaletti sia in grado di nascondere persino quello prodotto da un sommergibile in navigazione.
FONTE FOCUS.IT

-SCOPERTO IL SERPENTE PIU' PICCOLO DEL MONDO

Un gruppo di scienziati ha scoperto il più piccolo serpenTe al mondo, un rettile di circa 10 centimetri di lunghezza e sottile come uno spaghetto, che è stato trovato sotto un sasso nell’ isola Caraibica di Barbados. La nuova specie - secondo Blair Hedges, biologo dell’Università della Pennsylvania che è anche protagonista della ricerca della rana e della lucertola più piccola del mondo - è stata denominata “Leptotyhlops Carla” ed è più piccola rispetto a tutte le 3.100 specie di serpente note sino ad ora.

Questo esemplare appartiene alla specie dei vermiformes ed ha un colore tra il marrone scuro e il grigio, con due strisce di colore giallo. Il serpente non è velenoso e mangia larve, ma non si conosce ancora nulla del suo comportamento incluso il fatto che si tratti di una specie notturna o meno.

Questo rettile – aggiunge Hedges – è più piccolo di cinque millimetri rispetto alla specie di serpente che precedentemente deteneva questo primato. Quando si tratta di specie così piccole – conclude il biologo - ogni millimetro diventa fondamentale.

I risultati della classificazione sono stati pubblicati nella pubblicazione scientifica Zootaxa.

Via | El Pais.com

-PERCHE' IL TARTUFO DEL CANE E' UMIDO? 
In una giornata estiva state giocando a nascondino col cane. Il movimento fisico fa scaldare il vostro amico, ma il suo naso rimane umido e ciò attesta che il suo sistema di controllo della temperatura sta funzionando correttamente.
il cane possiede sul naso alcune ghiandole sudoripare grazie alle quali suda quando è attivo. Il sudore elimina dal corpo il calore in eccesso evaporando dalla superficie del naso. infatti, toccandolo, sentirete che è umido.
Alcuni pensano che un cane col naso asciutto sia ammalato, il che è a volte vero, ma non sempre. Per esempio, un cane appena risvegliatosi dal sonno ha il naso asciutto, che però tornerà a essere umido appena l'animale si rimetterà in movimento.
                              Da "I perché della terra" (Touring Club Italiano)




-CIRCA IL CONIGLIO NANO

La creazione del coniglio nano risale a circa trenta anni fa, si tratta di un animale molto "rotondo": testa corta, orecchie fini e vicine, zampe piccole e dorso pieno.Non esiste un posto in cui collocare la gabbia che sia migliore in assoluto, salvo che si disponga di una stanza libera in cui stabilire la dimora del coniglietto. Una buona collocazione deve rispettare alcune regole fondamentali:Evitare di posizionare la gabbia in luoghi soggetti a sbalzi di temperatura e a correnti d'aria.L'umidita' nuoce alla salute per cui sono da sconsigliare bagno e cucina.La gabbia deve ricevere luce, ma mai diretta e in estate non va posta in pieno sole.Dato che il coniglietto e' un tipo emotivo, evitare di collocare la sua dimora vicino a TV, stereo, Telefono etc...La gabbia non va coperta al fine di permettere l'evacuazione dei vapori di ammoniaca.Le dimensioni della gabbia devono essere almeno: 50 x 30 x 30 cm. L'interno della gabbietta deve essere attrezzato con una mangiatoia , un abbeveratoio (o biberon) e una rastrelliera per il fieno o la verdura. Questi accessori vanno collocati in alto (agganciati alla gabbia) in modo tale che il coniglio non sporchi il cibo: non puo' fare a meno di mettere le zampine dentro ad ogni contenitore!! Il coniglio nano e' un animale timido, per questo l'approccio che portera' al gioco deve essere graduale. Ogni movimento dovra' essere lento e se fin dall'inizio ogni carezza sara' accompagnata dal suo nome, in breve tempo imparera' a "rispondere" e a venirci incontro. Mai prendere il coniglio per le orecchie, perche' questa e' un parte molto sensibile. Cosa significano certi atteggiamenti: Strofinamento del mento sulle cose: Questo e' un modo per segnare il territorio.Zampe posteriori che tamburellano sul pavimento: segnale di allarme che prelude alla fuga.Su due zampe: si erige in questa posizione quando e' vinto dalla curiosita'.Rotolamento e salti: il coniglio e' a suo agio e gioca da solo.Sdraiato con le zampe distese: posizione di assoluto riposo.Colpetto con il naso contro la mano del padrone: richiesta di coccole e gioco.Leccatine alla mano: Grande manifestazione d'affetto.Digrignamento dei denti: sofferenza fisica.Soffiamento:Segnale che prelude all'attacco. I conigli hanno una vista eccellente, con un campo visivo  che permette di vedere in tutte le direzioni senza muovere la testa. Le orecchie, essendo molto vascolarizzate, hanno un ruolo importante nella termoregolazione; sono delicate e sensibili, e non devono assolutamente essere utilizzate per afferrare il coniglio. I conigli sono coprofagi e mangiano direttamente dall'ano un tipo particolare di feci e costituisce un'importante fonte di proteine, vitamine e minerali. Lateralmente al pene o alla vulva sono presenti due tasche inguinali che contengono ghiandole odorifere utilizzate per marcare l'ambiente. Diversi giorni prima dei parto la coniglia inizia a strapparsi il pelo dall'addome e dalla parte ventrale dei torace per imbottire il nido, e si tratta quindi di un comportamento normale. Tuttavia in alcuni conigli lo strapparsi il pelo può rappresentare un vizio di comportamento. I maschi adulti sono piuttosto aggressivi e marcano l'ambiente con l'urina. Evitate sempre i cambi bruschi di alimentazione!



-GATTO QUESTO STRANO INDIVIDUO...

 
La coppia gatto/gatto.Anche se spesso si crede che due maschi abbiano una migliore intesa rispetto a due femmine, puoi scegliere liberamente tra le due possibilità. E poi, tieni presente che i gatti adulti accettano meglio un gattino rispetto a un gatto maturo. In tutti i casi… come agire? Predisponi una stanza o un angolo per accogliere il nuovo gatto, con il suo piattino, la sua ciotola e la sua lettiera. Entra in casa con il nuovo ospite senza farlo uscire dalla cesta e lascia che l'altro gatto si avvicini spontaneamente. Se quest'ultimo soffia o miagola, non preoccuparti: è un comportamento normale. Allontana il tuo gatto prima di liberare dal trasportino il nuovo arrivato. Lasciali abituare un poco alla volta a incontrarsi, e ricordati di far partecipare anche il "novellino" ai tuoi giochi con il gatto di casa. Con il passare del tempo, diventeranno amiconi!La coppia gatto/cane.Dato che non parlano la stessa lingua, all'inizio c'è il rischio che siano davvero "come cane e gatto"! La cosa migliore è presentare il gatto al cane. Inizialmente attraverso il rumore: tenendoli separati per qualche giorno, ma in modo che si possano sentire. Quindi attraverso l'odore: prendi in braccio il gatto e mostragli che il cane è un essere pacifico. Quest'ultimo, essendo un animale da branco, non avrà difficoltà ad accettare nel "clan" il nuovo arrivato. Nel caso di un cucciolo, il gatto capirà subito che per lui non rappresenta un pericolo. Comincerà a studiarlo, restando sulla difensiva. Presto però la sua curiosità naturale comincerà a prevalere. Dal canto suo il cucciolo, rispettando la presenza del primo arrivato nel "branco", saprà farsi accettare rapidamente... e quando un giorno li troverai accoccolati uno accanto all'altro, saprai che è davvero fattaLa tua casa vista attraverso gli occhi di un gattino…Il primo consiglio utile per accogliere il tuo gattino come si deve è quello di immaginarti al suo posto e osservare attentamente la casa considerando l'altezza dell'animale, ovvero al livello del pavimento, così da individuare gli eventuali luoghi a rischio. Curioso di natura e abile nel trarsi velocemente d'impaccio, al micio capita spesso di toccare tutto, d'infilarsi ovunque. In camera, ad esempio, dietro il comodino, i fili elettrici "in libertà" rappresentano una vera tentazione… All'ingresso, che bello scivolare con le zampette fin sotto la porta di casa! E che dire della pianta in salone, appoggiata su un sottovaso colmo d'acqua e di fertilizzanti velenosi? Una delizia! Come accade con i bimbi più piccoli, tutto li attira, ma può trasformarsi anche in pericolo: un oggetto molto piccolo può essere causa di soffocamento o di contusione, un elemento di mobilio non fissato può cadere e fare male. Bisogna dunque organizzare la casa in modo da scongiurare le insidie e garantire la totale sicurezza del tuo gattino, fin dal primo momento del suo arrivo.Tenerlo continuamente sotto controllo…Un altro consiglio essenziale per l'incolumità del tuo gattino: lascialo solo il meno possibile, specie all'inizio… Cerca di limitare il suo "terreno di gioco" a un'unica stanza, che avrai preventivamente reso del tutto sicura. Puoi rivestire i fili e i cavi elettrici con un prodotto amaro facilmente reperibile in gran parte dei negozi per animali; fissa ben al di sopra del pavimento i cordoni delle tende con cui il gattino avrà voglia di giocare, ma nei quali può aggrovigliarsi, rischiando il soffocamento. Elimina dalla sua portata tutti gli oggetti potenzialmente pericolosi e bada a non lasciare aperte le finestre della stanza a lui destinata. La cucina rappresenta senza dubbio il luogo maggiormente esposto agli incidenti domestici: piastre di cottura, olio bollente, fumi tossici… Inoltre, in essa ci si sposta frequentemente e il micio tende a camminare subito dietro di te, intrufolandosi tra le gambe. Il bagno, ad esempio, può rivelarsi pericoloso per un gattino… potrebbe annegarvi: non dimenticare mai di abbassare il sedile del water!Ad ogni casa, il gatto adatto…Le case non sono concepite ad hoc per accogliere dei cuccioli di gatto. Ecco perché è necessario adattare il più possibile lo spazio vitale alle esigenze di sicurezza del micino. Tuttavia, in alcuni casi tale adattamento risulta impossibile ed è dunque preferibile scegliere un gatto più anziano, più calmo e soprattutto meno intrepido. Se abiti in un luogo difficile da isolare dall'ambiente esterno, oppure in un appartamento situato a un piano alto e nel quale non puoi sempre tenere le finestre chiuse… o ancora, se nel tuo domicilio vi sono degli impianti potenzialmente pericolosi, per esempio ad uso professionale, evita di prendere  un micio troppo giovane. Come scegliere la sua "sala da pranzo"Oltre ai gusti del tuo gatto per quanto riguarda il cibo, l'ambiente alimentare è altrettanto importante. L'angolo pasti a lui riservato è un punto di riferimento fondamentale del suo territorio. Ha bisogno di sentirsi al sicuro mentre mangia, dato che conserva gli istinti felini nei confronti di qualsiasi potenziale pericolo: deve soprattutto badare a proteggere il suo "nido" e il suo cibo… Lo spazio che scegli deve dunque offrirgli la tranquillità di cui necessita, al riparo da rumori e passaggi. La prima regola essenziale è che il suo angolo pasti sia lontano dalla lettiera… Non tanto per scrupolo di pulizia o di comodità, quanto in ragione di precisi codici comportamentali istintivi. Allo stato selvatico, i gatti stabiliscono consapevolmente una distanza fra il "nido" e il luogo dove fanno le deiezioni, allo scopo di non farsi localizzare dai loro predatori: è dunque preferibile che questi due spazi si trovino in due stanze differenti. Se hai una cucina sufficientemente grande, questa si rivelerà il posto ideale per accogliere e sistemare la "sala da pranzo" del micio.L'importante non è soltanto quel che sta nel piatto.Se il contenuto della ciotola del gatto è essenziale, il contenitore non è da meno! La ciotola e gli altri accessori utili all'alimentazione non sono per nulla degli oggetti insignificanti; anzi, essi rappresentano degli importanti punti di riferimento collegati alla nozione di territorio. Riservare all'animale sempre lo stesso recipiente contribuisce a trasmettergli fiducia; mantenere la continuità delle sue abitudini aiuta a dargli la serenità di cui necessita. Se possiedi più gatti, ti consigliamo di dedicare loro uno spazio e una ciotola distinti. Il materiale del recipiente ha un'importanza relativa; tuttavia, sarebbe meglio scegliere un contenitore di peso consistente. Infatti, una ciotola in plastica leggera, che tende a spostarsi e scivolare al minimo movimento del tuo micio, non favorisce di certo la sua ambita tranquillità! Bada inoltre a che il recipiente non sia permeabile agli odori. Il gatto è anche piuttosto sensibile alla pulizia della ciotola: lasciarvi dei residui di pasti precedenti potrebbe allontanarlo dal cibo. Allo stesso modo, per evitare che la ciotola dell'acqua si imbratti, è preferibile posizionarla lontano dal contenitore riservato agli alimenti."Famiglia, amici o vicini?"La soluzione più comune è quella di cercare familiari, amici o vicini che abbiano anch'essi un gatto. Queste persone incontrano certamente gli stessi tuoi problemi nel periodo delle vacanze; in seguito, potrai sempre ricambiare il favore e tenere tu il loro gatto quando si assentano. Prima della partenza, sia che il micio resti da te sia che venga ospitato in casa altrui, non dimenticare di lasciare il tuo recapito e quello del veterinario. Ti consigliamo anche di indicare la quantità di cibo e l'ora in cui l'animale è abituato a mangiare: questo per turbarlo e disorientarlo il meno possibile.E se scegliessi una pensione?Esistono numerose pensioni per gatti e la scelta può risultare a volte difficile. Chiedi consiglio al tuo veterinario o ad altri proprietari! Prima di affidare il micio a una pensione, devi considerare qualche elemento di primaria importanza: la pulizia ed il comfort dei locali, gli spazi interni ed esterni, la scelta del cibo e il livello qualitativo delle cure offerte. Un indice fondamentale per valutare la serietà del luogo: viene richiesto il certificato di vaccinazione dell'animale? In caso di risposta negativa, ti consigliamo di rivolgerti a una pensione diversa.Quali sono le altre soluzioni?Una delle migliori soluzioni è certamente la custodia a domicilio. Mentre non ci sei, il gatto potrà restare a casa propria, la tua casa sarà protetta e le piante verranno persino annaffiate! Devi rivolgerti ad alcune associazioni specializzate in grado di reperire delle persone estremamente affidabili cui poter consegnare chiavi e micio in completa sicurezza. In generale, si tratta di pensionati che amano gli animali e che desiderano scoprire nuove regioni, alloggiando gratuitamente. Esistono anche delle organizzazioni che offrono una visita quotidiana a domicilio per nutrire il tuo gatto. Un'ultima soluzione, simile alla pensione, sarebbe quella di affidare il micio a una famiglia ospitante, che gli eviterà quindi di restare troppo a lungo senza contatti umani. Tutte queste associazioni sono sempre molto impegnate, soprattutto durante l'estate: è dunque essenziale contattarle molto prima della partenza 

-OSCAR, GATTO DALLE SETTE VITE E DAL SESTO SENSO

 

PROVIDENCE (USA)–Oscar affascina il personale medico dell'ospedale Steere House di Providence negli Stati Uniti. Ha un bel mantello soffice di colore grigio-bianco, le sue zampine sono candide e vellutate. Ciononostante il bel micione crea inquietudine tra i pazienti nella casa di cura: già perchè l'animale sembra che riesca a presentire la morte dei malati. Il fenomeno è stato descritto anche dalla rivista medica New England Journal of Medicine, e trattato in questi giorni dai maggiori telegiornali del paese. «Il gatto riesce sempre ad apparire nel luogo qualche ora prima che il paziente muoia». MORTE - Il felino di due anni è stato allevato quando era ancora un cucciolo, è cresciuto nel reparto per demenza del centro di cura e riabilitazione «Steer House Nursing and Rehabilitation Center» nello stato di Rhode Island. Qua vengono assistiti pazienti malati di Alzheimer, Parkinson e altre malattie degenerative. Già all'età di 6 mesi il micio ha iniziato il suo personalissimo lavoro. Il personale medico si è accorto che il gatto era solito fare un giro quotidiano nei corridoi e nelle stanze dei ricoverati, esattamente come dottori e infermiere. Controllava spesso i residenti della casa, li annusava, li osservava e si metteva vicino alle persone, la cui morte avveniva di solito nel giro di poche ore. In 25 casi la «previsione» è risultata giusta. Quando il gatto si trova nella stanza di un ricoverato, il personale dell'ospedale ormai passa ad avvertire i congiunti. Perchè questo significa, nella regola, che il malato ha solo qualche ora di vita.
CONFORTO - «Non fa mai errori. Proprio come un sensitivo sembra che riesca a capire quando un paziente è vicino a morire», spiega il dottor David Dosa al New England Journal of Medicine. Dosa è un medico specialista di geriatria e professore presso l'Università di Brown a Providence. «Molti parenti trovano conforto in questo - prosegue Dosa -. Sono contenti se il micio tiene compagnia ai propri cari». E aggiunge: «Sembra che Oscar prenda molto sul serio il suo lavoro. Anche perchè di solito si tiene a distanza dalla gente. La sua non è una razza che si lega molto alle persone».
CAPACITA' - «E' vero che il gatto riesce ad avvertire la morte meglio delle persone che lavorano in questa struttura - dice Joan Teno della Brown-University, medico curante e esperta nella terapia di malati terminali - ma non penso che questo sia un gatto sensitivo. Credo, invece, che ci sia probabilmente una spiegazione biochimica». Durante una visita ad una paziente, la dottoressa Teno, si è accorta che la donna non mangiava più, aveva problemi di respirazione e le sue gambe erano di un colore bluastro - sintomi che spesso indicano una morte imminente. Oscar in quel caso non è restato nella stanza. «Pensavo che questa volta si fosse sbagliato finchè più tardi - erano oramai passate dieci ore - è apparso, è rimasto per due ore vicino al letto della paziente, dopodichè è deceduta». Un giorno il gatto prodigio è salito sul letto di un'anziana paziente della stanza numero 313. La sua presenza ha allertato il personale della casa di cura. E quando il nipote della paziente ha chiesto il perchè della presenza del gatto, sua madre gli ha spiegato: «È qui per aiutare la nonna ad arrivare in cielo». La paziente è morta dopo mezz'ora.
MEDAGLIA - «La maggioranza delle persone che si trova nell'ospedale è così malata da non rendersi nemmeno conto quando arriva il gatto», riferiscono i medici. Non sanno quindi che li aspetta probabilmente una morte in meno di quattro ore. Finora non è stata trovata nessuna spiegazione all'insolita capacità del felino. «Sono cose difficili da studiare. Penso che probabilmente i cani e i gatti possano percepire cose che noi non riusciamo a sentire», ha detto Thomas Graves, esperto di felini e coordinatore del College dell'Università dell'Illinois. Nei giorni scorsi a Oscar è stata pubblicamente assegnata una piccola medaglietta per la sua «compassionevole assistenza ai ricoverati».Elmar Burchia Fonte:corriere.it

-L'INCREDIBILE STORIA DEI CANI CHE FIUTANO IL CANCRO


Uno studio condotto in California mostra che l'olfatto degli animali, nel rivelare un tumore allo stadio iniziale, può essere più preciso di un esame di laboratorio. E spiega perché.La prima è stata Trudi, un dalmata che ha salvato la vita alla sua padrona scoprendo un melanoma di cui nessuno si era accorto. Erano mesi che si ostinava ad annusare quel piccolo neo sulla gamba, solo quello, anche attraverso i vestiti. Alla fine Gill Lacey, la sua padrona, si è convinta, l'ha fatto controllare e ne ha scoperto la natura maligna. Il tumore, in fase precoce, è stato asportato, e non ci sono state conseguenze, come ha confermato la stessa Trudi, cessando di fiutare quel punto della gamba.
Era il 1989 e la descrizione di questo episodio sulla rivista inglese Lancet, fatta dal dermatologo londinese che ha curato Gill, ha dato il via a una serie di segnalazioni analoghe. Nel 2001, per esempio, è stato il turno di un labrador che ce l'aveva con un eczema che affliggeva il suo padrone da 18 anni e che aveva iniziato a trasformarsi in un tumore cutaneo. I nuovi casi hanno fatto scartare l'ipotesi, avanzata in un primo momento a proposito di Gill, che potesse trattarsi solo di una fortunata coincidenza.
Poi è arrivata la conferma scientifica: per scoprire una neoplasia in fase precoce può essere d'aiuto il fiuto dei cani, da diecimila a centomila volte più potente di quello degli umani e in grado di riconoscere un composto chimico diluito in proporzioni di uno a un trilione. L'ultimo studio, in ordine di tempo, sarà pubblicato in marzo sulla rivista Integrative Cancer Therapies, ed è stato condotto in California, dai ricercatori della Pine Street di San Anselmo guidati da Michael McCulloch, in collaborazione con alcuni ricercatori polacchi e con l'Institute for genetics and animal breeding statunitense. Cinque cani sono stati addestrati, per tre settimane, a distinguere campioni di fiato emesso da persone sane o da malati di cancro (al polmone o al seno) e a sedersi slo di fronte a quello di questi ultimi. Quindi si è passati alla fase sperimentale: gli animali sono stati posti a confronto con 55 campioni di aria espirata da malati di tumore polmonare, 31 fiale di donne con tumore al seno e con 83 provette con aria emessa da volontari sani. I malati non avevano ancora assunto farmaci antitumorali, che avrebbero potuto conferire al fiato odori specifici, e nessuno degli sperimentatori sapeva quale fiala il cane stava annusando. Le prove sono state ripetute nove volte, e alla fine il risultato è stato sorprendente: i cani hanno reagito correttamente nel 90 per cento dei casi, e questo valore è rimasto tale anche dopo che i dati sono stati corretti in base al sesso, all'età, all'abitudine al fumo e così via.
Ma che cos'è che fiutano esattamente gli animali? Neppure gli strumenti più sofisticati sono in grado di individuare ogni componente di campioni biologici complessi come l'urina o il fiato, ma è noto che le cellule tumorali contengono concentrazioni particolarmente elevate di sostanze organiche come gli idrocarburi, aromatici e non, o i composti azotati che, proprio perché in proporzioni diverse rispetto a quelle presenti nei campioni di persone sane, possono essere riconosciute dallo straordinario olfatto canino. "Una volta che il metodo sarà ulteriormente confermato e standardizzato" ha commentato McCulloch "potrebbe essere impiegato per aiutare a ridurre i margini di incertezza nel caso che gli esami sperimentali non diano un responso chiaro, specie se la malattia è in fase molto iniziale".
I risultati della ricerca californiana confermano e rinforzano quelli del primo studio del genere, effettuato dai ricercatori dell'Ospedale di Amershan, in Gran Bretagna, in collaborazione con un'organizzazione che educa i cani per i sordi, e pubblicato nel 2004 sul British Medical Journal. In questo caso, sei cani di razze diverse erano stati in grado, dopo un addestramento durato sette mesi, di distinguere l'urina proveniente da 36 malati di tumore della vescica da quella di 108 volontari che avevano varie malattie non tumorali o che erano sani. In realtà, ci hanno azzeccato "solo" nel 41 per cento dei casi, un valore assai inferiore al 90 per cento dell'altra ricerca, ma comunque molto superiore a quello che si otterrebbe se il risultato non fosse dovuto al fiuto ma al caso, e cioè il 14 per cento del totale.
L'esperimento ha fornito un'ulteriore, importante conferma: tutti gli animali hanno riconosciuto più volte come appartenente a un malato l'urina di un volontario che i medici classificato tra i sani. Sottoposto a esami approfonditi, l'uomo ha scoperto di avere un tumore renale in fase precoce. In futuro saremo dunque visitati dai cani? Non è detto: "In realtà capire che cosa sentono esattamente i cani ci aiuterà a migliorare anche i nostri strumenti" spiega David Neal, chirurgo oncologo dell'Università di Cambridge, in Gran Bretagna. Ecco perché sono già partite nuove sperimentazioni, per esempio una che coinvolge malati di tumore alla prostata. Dovrebbe essere conclusa entro la fine dell'anno, ma i ricercatori di Cambridge già definiscono i risultati preliminari molto incoraggianti.

Fonte:aimac.it

-WENDY,IL CANE PIU' MUSCOLOSO DEL MONDO

Wendy è stata definita " il cane più muscoloso del mondo" all'età di 4 anni pesava 27 kg, il doppio rispetto alla media della razza canina a cui appartiene.Wendy è un cane di razza whipper, ma è spesso confusa con un cane di razza pit pull, la sua proprietaria si chiama Ingrid Hansen e vivono entrambie in una fattoria a Victoria in Canada
Wendy è paragonata ad un Arnold Schwarzenegger canino o all'incredibile Hulk canino, data la sua esagerata muscolosità, che non è stata creata dall'uomo, questo cane non è nemmeno un animale ibrido, il suo aspetto è dato da una rara malattia genetica che colpisce i muscoli del corpo causando una loro crescita smisurata.La proprietaria di Wendy assicura sulla tranquillità del cane che nonostante il suo aspetto molto minaccioso non è aggressivo, Wendy è abituata a vivere in campagna, tra cani e cavalli a godersi la libertà di cui ogni animale ha bisogno.
Ingrid Hansen ha ricevuto svariate proposte in cui si richiedeva la presenza di Wendy in telefilm, ma lei fin'ora ha rifiutato affermando che il cane non è abituato alla vita da star del cinema, è abituata alla rilassante vita di campagna, necessiterebbe di un duro addestramento a cui non ha intenzione di sottopore l'animale per il momento. La vita di Wendy potrebbe essere di durata inferiore rispetto a quella degli altri cani della sua stessa razza che non hanno questa rara malattia genetica. Wendy non è però l'unico cane con questa rara malattia sono stati segnalati anche altri casi.

 

 
-CHI E' LAURENT CHARBONNIER
Fin da quando era ragazzino e si perdeva nelle foreste vicino a casa sua, affascinato dai programmi dedicati alla natura che vedeva in televisione, Laurent Charbonnier sognava di diventare un regista specializzato in animali. Da adolescente, ha studiato fotografia prima di passare al cinema, desideroso di raccontare storie e di catturare il salto completo di una rana. Ha diretto il suo primo documentario sugli animali quando aveva poco più di vent’anni, con una telecamera che aveva acquistato e senza ricevere nessuna assistenza, né supporto da alcun produttore. Lo spezzone che aveva diretto è stato trasmesso dallo stesso programma che lui guardava appassionatamente da ragazzo. Così, il sogno era diventato realtà. In seguito, Laurent Charbonnier ha iniziato a lavorare per la televisione, realizzando dei documentari impressionanti, anche se questo significava rimanere alzato per novanta notti ad osservare i gufi. In totale, ha girato almeno 40 documentari di 26 o 52 minuti. Nel 1998, Jean Becker lo ha contattato per le sequenze con gli animali del suo film I ragazzi del Marais. Laurent Charbonnier ha così avuto modo di girare per la prima volta in 35mm e non è più tornato indietro. A questo, ha fatto seguito Il popolo migratore, dov’era il direttore della fotografia che si occupava dei volatili selvaggi, per poi passare a Il grande Nord (Le dernieur trappeur), diretto da Nicolas Vanier, riprendendo orsi, castori e caribù. Laurent Charbonnier ha girato le prime sequenze di Animals in Love appena fuori dalla sua residenza di campagna francese, utilizzando per la prima volta una cinepresa telecomandata che gli permette di trasportare gli spettatori accanto agli animali, ma senza mai farsi notare. Infatti, gli animali non sono mai stati disturbati dalla produzione di Animals in Love, tanto che Laurent Charbonnier è orgoglioso del fatto che la sua troupe lavora in modo che i volatili possono comunque nutrire i loro piccoli e lasciando la natura come era prima del loro arrivo
FONTE MYMOVIES-IT

-IN LIBANO SI PUO' FARE SESSO CON GLI ANIMALI SE..

 In Libano, l'uomo è legalmente autorizzato a fare sesso con gli
animali, ma gli animali devono essere femmine. Avere relazioni sessuali
con un animale maschio è punibile con la morte

 

  

  -IL PESCE PIU' GRANDE DELMONDO

Pesci giganti

Il pesce Napoleone (Cheilinus undulatus) è il più grosso labride e raggiunge anche i tre metri di lunghezza. Si nutre di molluschi e crostacei che trova muovendosi lungo le barriere coralline dell'area indo-pacifica. Non è lui, però, il pesce più grande del mondo: nel Guinness dei Primati troneggia questa classifica lo squalo balena (Rhicodon typus). Nel 1949 ne è stato catturato un esemplare al largo dell'isola di Baba (Pakistan) lungo 12,6 metri e con una circonferenza massima di 7 metri. Il tutto per un totale di 15-20 tonnellate.

 

-ANIMALI? SEVIZIATELI COSI'

«Animali? Seviziateli così» - Sospeso lo

 Il Gruppo Finelco, editore Il Gruppo Finelco, editore dell’emittente Radio 105, si dissocia fermamente dalle affermazioni fatte dai conduttori della trasmissione “Lo Zoo di 105” del 12 gennaio 2009 con riferimento a maltrattamenti di animali». Inizia così il lungo comunicato dell'editore del celebre show radiofonico, che ora è stato sospeso. Marco Mazzoli e gli altri conduttori del programma di punta di Radio 105, Fabio Alisei, Paolo Noise, Wender, Gibba, Pippo Palmieri, Petosauro, hanno suscitato rabbia e indignazione nei loro ascoltatori quando hanno dedicato parte di una puntata alla descrizione di tecniche per seviziare mneglio gatti, rane e animaletti vari. Risultato: hanno riso in pochi e or ail programma è sospeso fino a data da stabilirsi.

Petardi nelle parti intime dei micini, sigarette per far esplodere le rane e altre amenità non sono state gradite dal pubblico. Sono arrivate alla radio decine di lettere, fax, email e telefonate di protesta. Tanto che mercoledì è andata in onda una puntata riparatrice e sul sito è comparso un messaggio del conduttore, Marco Mazzoli: «Siamo finiti a parlare di gatti e nel tono scherzoso e idiota (tipico del programma) abbiamo involontariamente toccato un tasto molto delicato che ha fatto incazzare alcune associazioni animaliste e alcuni amanti degli animali, l'ultima cosa che intendevamo fare, ci dispiace molto. Purtroppo a volte non ci rendiamo conto di essere di esempio per molti giovani, ma noi scherziamo. In queste ore abbiamo avuto modo di parlare con diversi rappresentanti di varie associazioni, con cui ci siamo scusati e chiariti». Mazzoli e i suoi compari hanno anche promesso di impegnarsi in prima persona in un lavoro di volontariato nei canili.

Ma non è bastato: il Nucleo guardie zoofile dell’Enpa di Milano ha depositato alla Procura una notizia di reato per istigazione a delinquere a carico del direttore responsabile dell’emittente e dei conduttori della trasmissione. « Niente di peggio poteva essere mandato in onda, peraltro da una emittente che si è sempre schierata a fianco dei diritti degli animali» dicono all'Enpa. E un intervento della magistratura lo chiede anche il consigliere regionale Silvia Ferretto: «Il maltrattamento degli animali è un reato penale - dichiara al Corriere della Sera - è evidente che l'istigazione a commettere questo tipo di reato non può che costituire anch'essa un reato e il fatto che sia stato commesso utilizzando un mezzo di comunicazione di massa è ancora più grave e deprecabile». Per ora niente Zoo, in onda negli orari dello show c'è un "Best of".

 

 -PROBLEMI CON LE UNGHIE DEL GATTO DI CASA

LA STORIA NON CI AIUTA, POICHE' NEL CORSO DEI SECOLI LE UNGHIE DEL GATTO SONO SEMPRE STATE CONSIDERATE ELEMENTO NEGATIVO,TANTO CHE ARTIGLI FELINI FANNO LA LORO COMPARSA IN MOLTI FILM HORROR. UN GATTO UTILIZZA LE PROPRIE UNGHIE PER GIOCARE, AFFERRARE E MANIPOLARE I SUOI OGGETTI PREFERITI, PER SCAVARE E COPRIRE I BISOGNI, PER ARRAMPICARSI E COSI' VIA. QUESTO ATTO E' RILASSANTE QUANDO RIVOLTO AD UNA SUPERFICIE, TANT'E' CHE SPESSO, DOPO ESSERSI SVEGLIATO, IL GATTO STIRA I SUOI MUSCOLI E TONIFICA IL CORPO RASPANDO CONTRO UN OGGETTO. FACENDO CIO' , MANTIENE FLESSIBILE E AGILE IL SUO CORPO (UN PO' COME LO YOGA PER NOI !!!). INOLTRE UTILIZZA I GRAFFI PER DELIMITARE IL PROPRIO TERRITORIO E DIFENDERLO DA INTRUSI. IN APPARTAMENTO I NOSTRI AMICI TENDONO A "GRATTARE" UN PO' OVUNQUE, MOBILI, TAPPETI, TENDE, SCATENANDO L'IRA DEI PROPRIETARI, CHE SPESSO POI INFLIGGONO PUNIZIONI DI VARIO TIPO PER MOSTRARE DISAPPUNTO AGLI ANIMALI. QUESTO NON RISOLVE ASSOLUTAMENTE IL PROBLEMA, ANZI PUO' AGGRAVARLO. IN REALTA' I GATTI VANNO EDUCATI SIN DA PICCOLI  A GIOCARE LIBERAMENTE IN UN'AREA DESTINATA ESCLUSIVAMENTE AL LORO GIOCO, INSEGNANDOGLI IL POSTO DOVE POTER "GRATTARE". TALE POSTO E' NATURALMENTE GRADITO DAL GATTO E POI VA' DOTATO DI UNO O PIU' OGGETTI DOVE POSSA GRATTARE A SUO PIAVIMENTO.I TIRAGRAFFI DISPONIBILI SUL NOSTRO SITO SONO UTILISSIMI ALLO SCOPO E SONO COSTRUITI CON I MATERIALI PIU' DIVERSI , COME CORDA, CARTONE PRESSATO CON ATTRATTIVO, STOFFE, ECC. ALL'INIZIO SARA' NECESSARIA UN PO' DI PAZIENZA, MENTRE E' DI FONDAMENTALE IMPORTANZA PREMIARE IL NOSTRO MICIO QUANDO ACCETTERA' DI AFFILARE I PROPRI ARTIGLI NEL POSTO A LUI DEDICATO,  ALLO SCOPO E' BENE UTILIZZARE SNACK APPETITOSI ( VOCE SITO: GATTI-SNACK). NEI GATTI ADULTI E' UN PO' PIU' COMPLICATA L'EDUCAZIONE AL TIRAGRAFFI, MA NON E' DETTO CHE SIA IMPOSSIBILE. PER DISSUADERE IL NOSTRO GATTO DAL ROVINARE TAPPETI E MOBILI, PUO' RISULTARE EFFICACE L'UTILIZZO DI SPRAY REPELLENTI  (VEDI VOCE PRESIDI), CHE EMANANO UN ODORE SGRADEVOLE SOLO PER IL GATTO, MENTRE RISULTANO GRADEVOLI NELL'AMBIENTE. NATURALMENTE HO ESCLUSO PROBLEMI COMPORTAMENTALI, POICHE' IN TAL CASO E' NECESSARIO CONSULTARE UN MEDICO VETERINARIO ESPERTO DEL SETTORE. NON DIMENTICHIAMO, INOLTRE, L'IMPORTANZA DEL GATTO DI SFOGARE IL SUO ISTINTO PREDATORIO, RAGION PER CUI GLI REGALEREMO UN TOPOLINO MECCANICO , UNO STUZZICAGATTI , UNA PALLINA MORBIDA E ALTRO ANCORA ,COSI' EVITEREMO GLI SGRADEVOLI "ATTENTATI" ALLE NOSTRE GAMBE CHE TANTO CI FANNO INFURIARE!!

I DIRITTI DEGLI ANIMALI

Dichiarazione universale dei diritti degli animali

- Considerato che ogni animale ha dei diritti;
- Considerato che il riconoscimento ed il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l’uomo a commettere dei crimini contro la natura e contro gli animali;
- Considerato che il riconoscimento da parte della specie umana del diritto all’esistenza delle altre specie animali costituisce il fondamento della coesistenza della specie nel mondo;
- Considerato che genocidi sono perpetrati dall’uomo e altri ancora se ne minacciano;
- Considerato che il rispetto degli animali da parte dell’uomo è legato al rispetto degli uomini tra loro;
- Considerato che l’educazione deve insegnare sin dall’infanzia a osservare, comprendere, rispettare e amare gli animali..

Articolo 1
Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all’esistenza.

Articolo 2
a) Ogni animale ha diritto al rispetto.
b) L’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali.
c) Ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell’uomo.

Articolo 3
a) Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli.
b) Se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere istantanea, senza dolore, né angoscia.

Articolo 4
a) Ogni animale che appartiene ad una specie selvaggia ha il diritto a vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico e ha il diritto di riprodursi.
b) Ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.

Articolo 5diritti-degli-animali.jpg
a) Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’uomo ha il diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie.
b) Ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

Articolo 6
a) Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua naturale longevità.
b) L’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

Articolo 7
Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad un’alimentazione adeguata e al riposo.

Articolo 8
a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell’animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale.

Articolo 9
Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione, deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà e dolore.

Articolo 10
a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’uomo.
b) Le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.

Articolo 11
Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Articolo 12
a) Ogni atto che comporti l’uccisione di un numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie.
b) L’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.

Articolo 13
a) L’animale morto deve essere trattato con rispetto.
b) Le scene di violenza di cui animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione, a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell’animale.

Articolo 14
a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo.
b) I diritti dell’animale devono essere difesi dalla legge come i diritti dell’uomo.
fonte www.ministerosalute.it

 

MONTE MABU IL PARADISO DEGLI ANIMALI

Team di scienziati inglesi raggiunge la vetta del Mozambico, praticamente mai raggiunta dall’uomo, e trova una quantità di specie animali e vegetali sconosciute o quasi estinte di LUIGI BIGNAMI

SONO poche le aree del pianeta che non sono mai state esplorate dall’uomo. Una di queste resisteva, fino a poche settimane or sono, in Africa: era il Monte Mabu, in Mozambico. Situato nel cuore del Paese è difficile da raggiungere in quanto anche le strade sterrate gli passano lontano. Per arrivarci dunque è necessario affidarsi alla popolazione locale, in quanto durante la stagione delle piogge è impossibile avvicinarlo perché le strade e le piste si trasformano in veri e propri corsi d’acqua, mentre in estate l’erba, il capim, come lo chiamano i locali, che circonda la montagna, raggiunge e supera i 2 metri d’altezza. Gran parte dei versanti poi è ricoperto da una foresta con alberi che raggiungono e superano i 40 metri d’altezza, i quali intrecciando rami e liane creano una rete vegetale assai difficile da penetrare.

Per questo i ricercatori dei Royal Botanic Gardens di Kew (Inghilterra), alla ricerca di un luogo della Terra su cui investire in un progetto di conservazione dell’ambiente si sono dapprima affidati a Google Earth per studiare l’accessibilità e le caratteristiche della montagna, per verificare cioè quali potevano essere le aree ambientali più interessanti e al contempo anche quelle più semplici da penetrare. Solo successivamente hanno organizzato una spedizione in quella che risultava essere un’area del pianeta che non era mai stata toccata da una spedizione scientifica.

La scelta sul Monte Mabu è avvenuta dopo che il gruppo di ricerca di Jonathan Timberlake, dei Royal Botanic Gardens ha “scoperto”, nel 2005, attraverso le foto da Google e da altre riprese satellitari l’area ancora sconosciuta. Il ricercatore mozambicano Julian Bayliss ha visitato il luogo e ha potuto constatare l’esistenza di una foresta di circa 80 chilometri quadrati dove l’impronta dell’uomo è assai limitata.

Nonostante la guerra che interessò il Mozambico negli anni Settanta-Ottanta, infatti, l’area della montagna, proprio per le difficoltà d’accesso, è rimasta impenetrata preservandone l’ambiente.

“Era il luogo ideale per una ricerca - continua Timberlake -, in quanto non esisteva un unico testo scientifico che riportava uno studio sul Monte Mabu e oltretutto, un’area ancora non contaminata dall’uomo”. Ed è così che il ricercatore ha organizzato tra ottobre e novembre di quest’anno un team composto da 28 scienziati provenienti dall’Inghilterra, dal Mozambico, dal Malawi, dalla Tanzania e dalla Svizzera, e da 70 tra portatori e guide locali necessari per avanzare e sopravvivere nella complessa foresta.

Momento davvero emozionante, riferiscono i ricercatori, il raggiungimento della cima della montagna, a circa 1.700 metri di quota, mentre centinaia e centinaia di farfalle maschio si erano radunate lassù per attirare con le proprie danze le femmine con cui accoppiarsi. I risultati sono stati davvero eclatanti. Il team infatti, ha scoperto nuove specie di farfalle, nuove popolazioni di rare specie d’uccello, un serpente di cui non si conosceva l’esistenza e altri animali ancora in fase di classificazione. Numerosi gli incontri con piccole antilopi africane, elefanti, cercopitechi dal diadema, scimmie considerate sull’orlo dell’estinzione, e vari altri mammiferi.

Le piante portate indietro dalla spedizione attendono ancora di essere classificate, ma potrebbero portare a loro volta nuove sorprese. Un mondo dunque, dove la biodiversità è quella che ci si auspica per tutto il pianeta. Spiega Timberlake: “Quanto stiamo analizzando in laboratorio ci offre delle continue sorprese che sono davvero inaspettate. Ogni anno gli scienziati descrivono circa 2.000 nuove specie di animali e vegetali, si capisce come poterne scoprire più d’una in un’area così ristretta è davvero un sogno per un ricercatore”.

Fonte: Repubblica

 I PESCI TATUATI...
In Wu Han Cina, la gente può comprare dei pesci con tatuaggi. I tatuaggi impressi sui pesci hanno vari significati (ricchezza, drago, longevità , felicità …) e il cliente può scegliere quello che piu si addice alla propria persona. Questi pesci tropicali sono diventati molto popolari e la gente crede che portino fortuna     

 

    

 
LA VELOCITA' NEL MONDO ANIMALE

 

A volte la velocità salva l'animale da una brutta fine nelle fauci del predatore.... ma come dice una famosa frase "Per molti ma non per tutti". Il bradipo ad esempio prende la vita con una calma straordinaria. E’ lento quando cammina e quando mangia. La sua andatura massima è di 160 metri all’ora.Oltre 6 ore per fare un Kilomentro, nulla in confronto con le oltre 20 che impiega una lumaca a tagliare lo stesso traguardo. La medaglia di bronzo in questa gara un pò strana, la guadagna la tartaruga. Fa solo 360 metri in un’ora.Lo sapevate che il maiale fa 17km/h, mentre il pollo raggiunge i 14km/h?L’amico a quattro zampe si dimostra degno cugino del ghepardo, il mammifero terrestre più veloce, con i suoi 110 km/h. Il più lento è l'elefante, mentre il cavallo raggiunge i 65-70 km/h.Tra gli uccelli il falco pellegrino può raggiungere in picchiata i 350 km/h e il rondone può toccare i 180 km/h.Il movimento degli animali nell'acqua trova una maggiore resistenza, per cui la velocità è decisamente inferiore. Tra i pesci più veloci troviamo il tonno, il pesce volante, il pescespada e lo squalo.


 

 

 

 

Lettiera chiusa My Cat OFFERTA



Spedizioni in 24 ore


Le spedizioni avvengono entro 24 ore ( esclusi sabato e domenica ) dalla ricezione ordine!

Carrello della spesa

 x 

Carrello vuoto

Cuccia Sprint OFFERTA

Cuccia Sprint Large
 cm.99x70x75
 € 93,90

Artikrill 200 OFFERTA



Integratore cani Artikrill 200 compresse
In offerta limitata € 56,90 anzichè 80,50

Cuccia Gatto Dome NEW

        


     Cuccia per gatti a igloo
   cuscino e scomponibile
             € 28,90

Nostre Importazioni


ANIMAL HOUSE IMPORT
I migliori prodotti garantiti 
a prezzi vantaggiosi 
MOLTE ESCLUSIVE

Oasy Alimenti Cani Gatti


Nuova linea alimenti
per cani e gatti

DIVENTA FAN DELLA NOSTRA PAGINA SU FACEBOOK!

Prodotti in evidenza

ANIMAL HOUSE DISCOUNT: il tuo PET SHOP a 360° a portata di click!

 

ASSISTENZA TELEFONICA

Siamo disponibili per informazioni dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 20.30 allo 080.3947932


 

SPEDIZIONI RAPIDE E SICURE

Con i nostri corrieri sarete sicuri che il vostro pacco sarà consegnato in tempi rapidi e in perfette condizioni


 

PREZZI CONVENIENTI

Acquistiamo direttamente dai produttori per potervi offrire le condizioni migliori su articoli di qualità


Copyright © 2015 Animal House - Via Aldo Moro n° 113, 70054 Giovinazzo (Ba) - Telefono e Fax 0803947932 - Registro R.E.A. 309074 - Iscrizione REC 67059 - Partita IVA: 04289460729 - Codice Fiscale: BNSMRC65P08A883T

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo acconsenti all'uso dei cookie.